Friday, March 14, 2014

Nottata fotografica: Luna, Giove, Marte e Saturno

Nottatona da balcone. Dopo tanto piovere mi sono scatenato! Anche se la luna ha reso superflua qualsiasi altra fonte di illuminazione, mi sono dato alla fotografia.
Sono partito dalla luna, ed ho ripreso molti frame del bordo lunare per fare un mosaico, poi sono passato a Marte, poi Giove, poi nuovamente Marte e Giove
Mentre il tempo passava il seeing migliorava un poco, ma si è alzato un po’ di vento. La trasparenza è migliorata ma soprattutto Marte si è alzato ed è allora che sono venute fuori le riprese migliori: verso le 2:00.
Già che ero li ho aspettato Saturno per dargli il mio benvenuto anche se era bassissimo e immerso nella foschia rosa delle luci cittadine.

Qui di seguito le immagini elaborate

get.jpg get.jpg get.jpg get.jpg

Thursday, January 16, 2014

Giove nel chiarore della Luna

Con una bella Luna al 100% della fase, un po’ di foschia galoppante, nel senso che le nubi in quota viaggiavano veloci, non mi sarei mai aspettato un seeing tutto sommato calmo.
Peccato non aver montato la ruota porta filtri, ma le premesse non erano delle migliori, invece il risultato mi ha parzialmente smentito.
Direi che è un Giove buono, posso fare meglio ma mi accontento.
Su sette riprese, ne ho scelte 4 che ho pubblicato su Astrobin, l’ultima mi sembra la migliore del lotto.
Strumentazione: C9¼, barlow Coma 2X, ASI120MM.

Jup_2014_01_15_2250.png

Monday, November 4, 2013

Primo Giove dell’anno

Finalmente una serata senza nubi dopo la pausa estiva!!!
Montata tutta l’attrezzatura sul balcone, quando sono tornato a vedere il cielo dopo cena, invece della solita nebbia nuvolosa, ho visto un cielo stellato (vabbe’, dalla città non è così stellato ma comunque senza nubi!)
Una volta tutti a letto mi sono piazzato, scomodo scomodo, nella mia postazione urbana.
Verso le 1:00 inizio a fare qualche ripresa di M42 in Orione, ma l’autoguida non vuole saperne di funzionare. La nuova camera di ripresa ASI120MM funziona con tutti i programmi tranne che con PHD Guiding. Ma perché?
Mi scervello con sta cazzo di autoguida fino alle 3:30 senza risultati. Bye bye M42… Finalmente Giove è visibile dal balcone! Iniziano le riprese in Hi-Res!
Prima la collimazione, superflua, su Sirio, breve ripresa della stella per vedere se risolvo Sirio B (senza impegno però, non trovo più nemmeno il video, forse cancellato per sbaglio? Boh) Poi sul Gigante gassoso.
Varie riprese in RGB IR Cut e Pass. Scopro che il seeing non è così fenomenale ma la trasparenza è buona.
Focheggio col filtro IR-Cut che è quello più luminoso. Le riprese di Giove hanno un grande inconveniente: bisogna essere veloci, tutte le riprese devono essere fatte in meno di 4 minuti altrimenti si percepisce troppo la rotazione del pianeta e l’immagine viene priva dei dettagli più fini.
L’inconveniente è che i filtri, parafocali, proprio parafocali non sono per cui sarebbe opportuno rifocheggiare ogni volta, ma è un operazione che non ho il tempo di fare. Conclusione: per un dilettante come me su Giove meglio una camera a colori! Ma mi accontento ugualmente del risultato, poi imparerò meglio :-)
Verso le 4:00 scopro l’opzione 16bit con fire Capture ed eseguo la ripresa migliore, cestinando le altre, ed ecco il risultato:

Jup_2013-11-01_0311.png

C9¼, barlow 3X Coma, Filtri R G B IR L Baader, 45 secondi per canale a 10~15 fps con Firecapture, elaborazione Registax 6 e miscelamento canali Photoshop

p.s.
L’indomani risolvo i problemi di autoguida, semplicemente vanno selezionate delle impostazioni diverse dalla mia vecchia QHY5m, sbagliando si impara…

Friday, October 11, 2013

Urano

In uno squarcio di cielo sereno ho potuto testare la nuova camera di ripresa e devo dire che non mi dispiace affatto. Aspettando Giove…

get.jpg

Tuesday, July 30, 2013

Urano, Nettuno e Tritone

Aspettando questo weekend osservativo ieri sera mi sono messo sul solito terrazzo a perdere tempo. Target della serata: ultima foto su Saturno prima che scompaia dietro i tetti.
Monto tutto e lascio il telescopio ad acclimatarsi, il che vuol dire che ieri sera doveva scaldarsi e non raffreddarsi :D
Quando torno sul terrazzo, ovviamente, il cielo era esattamente ed uniformemente coperto dalle nubi, come da copione. Rientro in casa e mi guardo “Ti presento i miei”
Quando torno nuovamente sul terrazzo vedo che la parte ovest si è liberata ma Saturno ormai è già a nanna dietro i tetti e forse sotto l’orizzonte.
Decido allora di rintracciare Plutone, missione difficile dato che il cielo è molto colorato, effetto tipico del centro cittadino, ma alla fine lo scorgo come una stellina al limite della visibilità su un fondo cielo grigio latte.
Passa il tempo e finalmente il cielo si è rasserenato anche ad est, ormai sono le 1:00 passate, ma ci sono sia Nettuno che Urano da riprendere per cui mi cimento su di loro.
Purtroppo l’illuminazione è tale che non si riescono a percepire i colori dei pianeti nemmeno in visuale, e le camere di ripresa che ho sono in bianco e nero per cui bisogna avere un po’ di fede: sono loro!

Nella ripresa di Nettuno, dopo l’elaborazione, si scorge anche il suo satellite più grande, Tritone, più in basso a destra rispetto al pianeta.

Beh, c’è di meglio, fatto con telescopi anche un poco più piccoli, ma meglio di così ieri non sono riuscito a fare. Riproverò sotto il cielo di Montecatini VdC.