Wednesday, September 3, 2014

Sole del 2 Settembre

Sto mettendo un po’ alla prova il piccolo apo sul sole. Oggi ho provato varie combinazioni di filtri. Mi sembra di aver notato un aumento del dettaglio usando il continuum+verde. Il risultato mi pare buono.
get.jpg get.jpg get.jpg

Tuesday, September 2, 2014

Autocostruzione morsetto Vixen per Travelscope

Proviamoci! A mettere in parallelo lo Scopos, anzi, il Travelscope, al C9¼.
Pesa un po’ di più del 70/500 e non posso usare gli anelli di collimazione che ho per il centraggio o decentraggio dell’ottica, ma è lo scotto da pagare se voglio ottimizzare la strumentazione e ridurre al minimo il peso.
Prendere anelli più grandi renderebbe il setup più pesante, oltre al fatto che il tele è talmente corto che dovrebbero essere messi molto vicini tra loro, con conseguente perdita di stabilità.
Ho quindi pensato di far realizzare un morsetto femmina che si attacca direttamente all’OTA, da sostituire alla barretta presente. Così facendo il tele, se tutto è fatto bene, dovrebbe essere molto allineato al telescopio, ma soprattutto la distanza tra la guida e il C9¼ rimane minima così la leva è minore e servono meno contrappesi per bilanciare.
Il morsetto quindi è il classico passo Vixen con una parte ricurva che segue il profilo del Travelscope nella parte dove va ad avvitarcisi.
Allego il progetto. Il pezzo è appena entrato in lavorazione, quindi spero di averlo disponibile per la prossima settimana.
Speriamo che il tutto risulti usabile e che sia una valida alternativa al buon 70/500 come guida, e che possa usarlo in parallelo collegandoci anche una reflex. Vedremo :)

autocostruzione_morsetto_vixen_curvo.png

UPDATE:
Purroppo il morsetto curvo, oltre che difficile da fare, è anche inadatto, ovvero avendo un profilo molto basso, il paraluce del telescopio tocca la barra a cui viene fissato per cui dovrei farlo fare più spesso, ma i pezzi di alluminio sopra 20 mm sembrano rari e quindi costosi.
Ho quindi elaborato altri progetti: doppio morsetto, morsetto con binario, morsetto basculante (per poter disassare il telescopio almeno in una direzione)
Forse riesco a far fare il doppio morsetto.

autocostruzione_morsetto_vixen_doppio.png autocostruzione_morsetto_vixen_fotografico.png autocostruzione_morsetto_vixen_basculante.png

Sergio mi ha realizzato il portaocilari da 2” per il Travelscope e quindi finalmente posso usarlo con lo spianatore e gli accessori da 2” ed è in cantiere la costruzione dell’adattatore da Losmandy a Vixen

autocostruzione_barra_losmandy.png

Monday, July 28, 2014

Costellazione dello Scultore - M11 e M16

Ultimamente mi sono concentrato, casualmente, su questa costellazione. Il motivo è semplice: è a sud, non è troppo bassa ne troppo alta, per cui la inquadro bene dal balcone :D
Ho provato il campo del nuovo 66/400, per verificare quale fosse la curvatura sul formato APS-C. Il test è stato eseguito sull’ammasso ammasso aperto M11 e devo dire che personalmente, anche se ai bordi si avverte la curvatura, non me ne frega niente :O
Ieri sera invece volevo fare un po’ di deep col C9¼ ed il target facile (sempre nel senso dell’inquadratura) è stato M16.
Per il resto, nuvole, pioggia e vento…

M16_2014-07-29_Scopos_f6.png

Friday, July 11, 2014

TS Travelscope 66

E se l’80Ed si bagnasse e si restringesse fino a 66ED? Fatto.
Sono inquieto, lo riconosco, ma trovare i telescopio ad ok non è facile.
L’80Ed è perfetto, resa eccezionale, meccanica adeguata, e focale buona. Non ottima per me e per quello che voglio/vorrei farci, con semplicità.
Infatti a 600mm il sole non entra nel sensore della ASI, sono costretto a fare i mosaici e sul sole i mosaici non sono banali. Ho deciso pertanto di cambiarlo / scambiarlo con uno Scopos marchiato TS, ovvero un doppietto APO da 66mm di apertura e di focale 400mm. Forse è la volta buona. E se non lo fosse, vorrà dire che lo cambierò ancora, o che vi devo dire… ^_^
Devo dire che il telescopio è proprio bellino: piccolo, anzi minuscolo, tubetto appropriato per le dimensioni della lente al contrario dell’80ED che ha il tubo del 100ED (unico vero difetto dell’80ino), paraluce retrattile che rendono il tele tascabile. Ho testato la resa sulla luna: si avverte un filo di cromatismo sul bordo lunare a bassi ingrandimenti, che scompare a quelli più alti, ho usato gli oculari Plössl Meade 3000, ottenendo da 16x a 80x. L’immagine è sempre stata molto buona. Star test passato: ottimo nella geometria, buono nella separazione degli anelli di diffrazione.
È proprio un tele da viaggio come suggerisce il suo nome, infatti me lo porto all’Elba domenica prossima e lo uso sul cavalletto fotografico. Peccato pesi 1,7kg, se si fosse fermato a 1kg sarebbe stato meglio.
Semplicissimo: ha già l’attacco per la vite fotografica, per cui ci va che è una bellezza.
Unico neo: per montare la reflex servono adattatori. Infatti non ha il porta oculari da 2” e non posso metterci da subito il clicklock della baader, perché, benché il tubo del fok abbia il filetto SC da 2”, non ha la battuta di arresto, per cui il clicklock ci si avvita sino a sganciarsi dalla parte opposta: dovrò quindi acquistare un anelli da 2” per fare dado e contro dado. Che palle. Inoltre mi sa che non vado neppure a fuoco nativamente, ma questo succedeva anche coll’80ED, serve o una prolunga o il riduttore: che palle.
Oggi il test sul sole: sarà sufficiente la focale per far stare la nostra bella stella tutta intera nel sensore ASI? A me l’ardua sentenza…