Thursday, March 23, 2017

Coronado PST - modificato

Nell’ormai lontano Novembre 2015, avevo acquistato un Coronado PST. L’intensione era quella di modificarlo per adattarlo ad una ottica più grande di quella di serie, ovvero da 40 mm, in modo da ottenere risultati da carini a eccezionali.
Il mio entusiasmo però si spense poiché in primo luogo riuscire a “smontare” il PST per separare il blocco contenente il filtri Etalon si rivelò arduo e la paura di sciupare qualcosa mi fece desistere, in secondo luogo mi accorsi che il filtro di sintonia era molto delicato, ovvero poco preciso e non riusciva a sintonizzare l’immagine in modo uniforme. Il risultato era quello di ottenere una parte del disco solare definita e l’altra impastata.
Decisi quindi di abbandonare il progetto e qualche tempo dopo vendetti tutto.
Adesso mi è capitato sotto mano un PST già smontato, pronto per essere installato su un tubo ottico idoneo. Ho preso quindi il PST dotato di scatola nera, Etalon e naso da 2”, e un filtro ERF Baader da 110 mm di diametro, sperando di usarlo da subito con il mio Vixen ED130SS. Purtroppo il fuoco del Vixen è troppo corto e dovrei rimuovere il fuocheggiatore per poterlo usare, cosa che mi guardo bene dal fare. E dato che la focale del telescopio è di 950 mm (ottenendo quindi un diametro in entrata di 95 mm perché il PST lavora a f/10), ho deciso di prendere un rifrattore acromatico da 102/1000 o 102/1100 da dedicare esclusivamente al sole.
In attesa di una occasione sul mercato dell’usato, adatterò un vecchio 60/700 al blocco PST.
Futuri sviluppi e foto spero a breve….

Friday, January 27, 2017

Nebulosa NGC 2172 “testa di scimmia” nella costellazione di Orione

Inauguro il nuovo anno con una splendida foto eseguita da Sergio Bove con il mio strumento. Così mi sembra di averla fatta un poco anche a me…

NGC2174_2017-01-26_ED130SS_f6,6.jpg

Telescopio Vixen ED 130/860
Montatura Eq6,Camera ccd QHY8L.
Immagini 26×300” elaborazione Maxim dl5,Photoshop cs3,Pixinsight Le.
Data 25/01/2017 Loc.Capannoli (PI)

Link al blog di Sergio

Tuesday, December 6, 2016

Il Sole col Lunt 50mm

L’amico Sergio mi ha prestato il suo Lunt per riprese in Ha. Curioso di provarlo, dopo un attesa di una settimana, l’ho puntato sul sole in una giornata non troppo bella purtroppo.
La cosa bella è che il disco solare occupaquasi interamente il sensore della mia ASI120MM per cui è possibile effettuare una ripresa dell’intero disco con una singola posa: una bella comodità
Ovviamente lo scotto da pagare è una bassa risoluzione di ripresa, ma per quello basta usare un moltiplicatore di focale e fare un mosaico.

L’immagine ripresa è elaborata da un video di 1000 frame, sommati al 70% con autostakkert ed elaborati con maschere di contrasto di photoshop.
Il risultato, anche considerando la non ottima giornata, è molto buono.

Posso fare al volo una considerazione su questo telescopio: rispetto al PST la qualità è maggiore senza dubbio. Il campo inquadrato è uniforme nella sintonizzazione del filtro, soldo e constante, mente nel PST era disomogeneo e molto fragile, bastava sfiorere la ghiera e cambiama tutto subito.
In visuale quei 10 mm in più fanno la differenza, si scorgono molto dettagli in più ed è possibile aumentare gli ingrandimenti senza degradare l’immagine. Insomma, costa di più, ma rende di più…

Sun_2016_12_04_123507_Ha.png

Tag(s): Lunt, Ha, Sole

Friday, August 5, 2016

Triangolo Estivo

Dopo tanto finalmente siamo tornati a Tampiano, quasi tutti. È stata unabuona occasione per testare l’astroinseguitore, ovvero la fidata GP modificata dal buon Sergio. Ottimo risultato: leggera, precisa, quello che basta.

astroinseguitore_01.JPG astroinseguitore_02.JPG

Ho agganciato la Canon con il suo obbiettivo usato a 18mm, impostato tempi di 45”, 60 pose, acceso il motore di AR ed ho lasciato fare tutto a lei, senza più guardarla.
A fine serata ho semplicemente smontato il tutto.
Il risultato è stato davvero buono. Ho ripreso la parte della via lattea, là dove vola via il Cigno per incontrare il Sagittario. Ovvero ho inquadrato tutto il triangolo estivo, zona ricca di ogni cosa, da ammassi, a nebulose a riflessione e planetarie.
L’elaborazione della foto l’ho delegata a Sergio, che su questo fronte è ancora anni luce avanti. Senza la sua manina d’oro il risultato finale non sarebbe lo stesso!

Immagine salvata con i settaggi applicati.




le altre foto della serata

Wednesday, June 8, 2016

Novità strumentazione - ASI185MC, ZWO ADC, Motori per GPD

Data la pioggia ed il maltempo, come noto, si comprano cose… questa volta è la volta di una nuova camera planetaria a colori, presa in permuta ai filtri LRGB che sono bellini ma noiosi.
La nuovissima ASI185MC, sorella maggiore della ASI224, che è l’evoluzione della ASI120. Stessa dimenzione dei pixel, un pizzico di sensore in più, e molta più sensibilità, specialmente in NIR, il tutto condito da un bassissimo rumore elettronico. Insomma, sulla carta fa miracoli. Vedremo.

ASI185MC.JPG

Finalmente poi mi sono deciso a provare questo misterioso accessorio, ovvero il “correttore di dispersione atmosferica” o ADC. Serve a compensare il cromatismo introdotto dalla rifrazione dell’aria, aumentando il contrasto delle immagini, sia a colori che del canale L effettuato col filtro IR/UV-Cut, quindi si usa sia con la camera monocromatica che con quella in B/N.

ADC_1.JPG ADC_2.JPG ASI185MC_ADC.JPG

Ancora, un filtro IR-Pass da 850nm, molto IR quindi, da abbinare alla ASI185 che è particolarmente sensibile in IR. Settando i colori R e B al 50% del guadagno, la camera si composta come una B/N (lo dice la ZWO…)

filtro_IR-Pass_850nm.JPG

Infine, motorizzazione doppio asse per la GPD, con nuova pulsantiera con porta ST4.

motorizzazione_passopasso_st4.JPG