Friday, August 5, 2016

Triangolo Estivo

Dopo tanto finalmente siamo tornati a Tampiano, quasi tutti. È stata unabuona occasione per testare l’astroinseguitore, ovvero la fidata GP modificata dal buon Sergio. Ottimo risultato: leggera, precisa, quello che basta.

astroinseguitore_01.JPG astroinseguitore_02.JPG

Ho agganciato la Canon con il suo obbiettivo usato a 18mm, impostato tempi di 45”, 60 pose, acceso il motore di AR ed ho lasciato fare tutto a lei, senza più guardarla.
A fine serata ho semplicemente smontato il tutto.
Il risultato è stato davvero buono. Ho ripreso la parte della via lattea, là dove vola via il Cigno per incontrare il Sagittario. Ovvero ho inquadrato tutto il triangolo estivo, zona ricca di ogni cosa, da ammassi, a nebulose a riflessione e planetarie.
L’elaborazione della foto l’ho delegata a Sergio, che su questo fronte è ancora anni luce avanti. Senza la sua manina d’oro il risultato finale non sarebbe lo stesso!

Immagine salvata con i settaggi applicati.




le altre foto della serata

Monday, February 8, 2016

Star Party del 4 Febbraio 2016

Finalmente una serata serena, un breve intramezzo tra giorni piovosi, infatti sua Mercoledì che Sabato ha piovuto.
Ne abbiamo subito approfittato, un Giovedì sera.
Presenti Fabrizio con Newton restaurato, Gianluca col rifrattore, Rino con VMC, Sergio con rifrattorino ed io col rifrattore.
Prima di inizare elenco subito gli inconvenienti:
- Fabrizio ha litigato tutta la serata con l’allineamento della montatura
- Rino ha avuto qualche incertezza con la demoltiplica del fuocheggiatore
- io mi sono scordato o starbook a casa, per cui no ho potuto accendere la montatura, l’ho usata solo in manuale senza moti micrometrici…

A parte questo la serata è stata ascutta, serena fino alla mezzanotte, e passata in piacevole compagnia!
Gianluca e Sergio hanno fotografato, mentre tutti gli altri hanno osservato. Io mi sono concentrato su Giove, ancora un po’ troppo basso per apprezzarlo a pieno, il seeing non era ottimale, ma in qualche momento mi ha regalato una visione spettacolare! La macchia rossa era in evidenza, e si staccava nettamente dalla banda, mostrava qualche particolare. I festoni e le bande erano visibili e dettagliati! Un Giove così lo avevo visto in una sola occasione col C9, ed il rifrattore non è molto che ce l’ho, per cui sono sempre più soddisfatto dell’acquisto!!

A fine serata hanno fatto capolino alcune velature, non appena ho preso in mano la macchina fotografica per fare qualche scatto paronamico. Pazienza, mi sono divertito a fare qualche cavolata delle mie :-)

Speriamo di poter replicare quanto prima

Tuesday, July 21, 2015

Star Party del 16 Luglio

Finalmente tutti insieme sotto le stelle a Tampiano, e ci ha fatto compagnia il mitico Sergio! Bentornato
Hanno invaso la postazione 4 telescopi: Il C8 di Fabrizio, il VMC di Rino, Il 102M che ha usato Gianluca ed infine l’ED81S che ho utilizzato io.
Sia Fabrizio che io ci siamo dedicati alla fotografia: Fabrizio ha provato il C8 per la prima volta in campo fotografico ed il risultato non è stato niente male, una bella M4! Io invece mi sono dedicato a M8 ed M20, riprese entrambe nel solito fotogramma. La guida non è stata perfetta per cui ho avuto un leggero mosso, ma nel complesso non mi lamento del risultato ottenuto: finalmente ho rinnovato in campo fotografico il piccolo ED81S!
Sergio, che è venuto senza strumentazione, ha affiancato Rino e me e ci ha aiutato ad impostare bene i programmi e le tecniche di ripresa, oltre che a passare in rassegna il cielo coi telescopi d presenti.
Rino e Gianluca infatti si sono divertiti con i loro telescopi, hanno spazzolato il cielo estivo in lungo e in largo. Il panorama a Tampaino offre un sud completamente libero, permettendo di godere dell’intera costellazione del Sagittario, per cui non si sono lasciati sfuggire i numerosi ammassi presenti.
Gianluca è stato folgorato dalle performance del glorioso 102M. Sarà la goccia che lo farà convertire ai rifrattori? Chissà…

Ecco qualche scatto della serata:

get.jpg get.jpg get.jpg

Tag(s): StarParty, Tampiano, M8, M20, M4

Tuesday, June 3, 2014

Star Party del 1° Giugno

Finalmente di nuovo sotto un cielo con le stelle!
Ero pronto ad una sessione fotografica intensa e così è stato, anche se non altrettanto proficua purtroppo.
La guida mi ha dato problemi tutta la sera, e forse ho capito perché: avevo registrato il PEC, e questo interviene abbastanza facendo avere picchi imprevisti al grafico. L’ho disattivato a fine serata per cui non ho la certezza di questo, verificherò alla prima occasione.
Comunque, mi ero prefissato come obiettivi M13 e C6 del catalogo Caldwell, iniziando il progetto di Guido, ma visti i problemi avuti, dopo M13 mi sono spostato su M57, li vicino.
Su un totale di quasi 2 ore su M13 alla fine gli scatti buoni, o almeno non brutti, sono stati per un totale di circa 37 minuti, poca roba… Su M57 invece è caduta la ghigliottina della batteria, che si è esaurita durante il 5° scatto. Pazienza.
Ecco i risultati:
M13_2014-06-01_C925_f10.png
M57_2014-06-01_C925_f10.png

Ma prima di tutto ciò ho fatto 11 riprese per fare un mosaico della falce lunare. Seeing indecente ma pazienza
Moon_2014_06_01.png

Saturday, March 29, 2014

Star Party del 29/03/2014: Maratona Messier

Dopo tanto attendere finalmente ci siamo ritrovati in tanti presso l’osservatorio, con tempo buono, e in una data favorevole alla famosa Maratona Messier, cioè una nottata in cui si cerca di vedere la più grande quantità di oggetti del catalogo Messier. Queste serate coincidono con gli equinozi, poiché in una nottata è possibile vedere tutta la volta celeste, da quella invernale a quella estiva.
Io mi sono dedicato alla fotografia, concentrandomi su un soggetto, M51, ma provando a fare anche M101, poco distante. A posteriori era meglio se integravo ancora di più su M51, ma pazienza.
Ho finalmente rinnovato il riduttore di focale e devo dire che funziona perfettamente. Controllando a posteriori la riduzione astrometrica offerta dal sito Astrobin, ho calcolato una effettiva riduzione di focale pari a 0,49x, quindi in linea con quanto dichiarato da Optec che certifica uno 0,50x.
La piccola differenza dipende dal sistema di fuocheggiatura del mi strumento: infatti andando a spostare lo specchio primario e quindi variando la distanza tra primario e secondario, la focale effettiva varia, per cui posso affermare che se l’effettiva riduzione è 0.5x, la vera focale del telescopio è 2300mm e non 2350mm.

Analizzando i flat (che ho fatto grazie a Sergio) si nota una certa vignettatura, ma minore di quella data dall’Alangee, e la correzione ottica coincide con la parte maggiormente illuminata, per cui basta centrare bene l’oggetto per avere tutto il campo corretto necessario per moltissimi oggetti, anche estesi.

Invece in fase di ripresa purtroppo non ho curato bene l’inquadratura di M51 e M101, che sono entrambe riprese al limite del campo corretto, e quindi si iniziano a vede gli errori ottici tipici, cioè aberrazioni varie sulle stelle: la prossima volta mi devo concentrare su un solo oggetto e farlo meglio perdendo un po’ di tempo per perfezionare questi difetti.
Inoltre l’appetito vien mangiando e, avendo dovuto buttare due immagini, sto valutando l’idea di fare la famosa modifica del blocco del primario.
Ecco qui i risultati, sono contento di M51 e non mi lamento di M101 anche in relazione alla pochissima integrazione raggiunta.

M51_2014-03-28_C925_f5.png M101_2014-03-28_C925_f10.png

Le foto della serata